La nuova vita di Bussana Vecchia

A pochi chilometri da Sanremo, inoltrandosi nell’aspro entroterra, si trova il borgo medievale di Bussana Vecchia. Chiunque conosca la Liguria sa che gli antichi insediamenti arroccati sulle colline sono molti diffusi da queste parti, ma la storia di Bussana è particolare: il 23 febbraio 1887 l’intero borgo fu seriamente danneggiato, soprattutto il centro e la chiesa di Sant’Egidio, da una potente scossa di terremoto, che costrinse gli abitanti sopravvissuti ad abbandonare le abitazioni pericolanti. Dopo alcuni anni anche coloro che si erano sistemati alla meglio nei dintorni del paese vennero sgomberati e fu chiuso l’accesso alla cittadina per il rischio di nuovi crolli. Così Bussana (Vecchia, Bussana Nuova si trova più in basso) rimase per decenni un borgo fantasma, tormentata da ulteriori crolli e invasa dalla vegetazione spontanea.

Chiesa di Sant'Egidio (resta solo il campanile), Bussana Vecchia

Chiesa di Sant’Egidio (resta solo il campanile), Bussana Vecchia

Bussana Vecchia

Bussana Vecchia

Verso il 1960, il ceramista Clizia, affascinato dal borgo abbandonato, pensò di potergli dare nuova vita insieme alla Comunità internazionale degli Artisti, fondata per l’occasione. Così artisti e artigiani di vario genere provenienti da tutto il mondo si insediarono a Bussana, trovando ispirazione e stimolo alla loro creatività, e contribuendo a ristrutturare e rendere nuovamente vivibile il borgo, nel rispetto dell’impianto originale. Gli edifici appartenevano alla comunità, nessuno poteva rivendicarne la proprietà, ma solo utilizzarli come officina artistica. Così diversi artisti si succedettero a Bussana Vecchia nel corso dei decenni.

Bussana Vecchia

Bussana Vecchia

Bussana Vecchia

Bussana Vecchia

Purtroppo negli ultimi anni si è persa l’atmosfera iniziale del borgo, con l’ingresso del mercato immobiliare in quello che doveva essere idealmente solo un villaggio di artisti, una comunità isolata dai meccanismi della vita comune. Il turismo delle seconde case è arrivato, ahinoi, anche qui. Bussana merita comunque una visita per l’atmosfera magica e per i notevoli scorci e si trovano ancora curiose botteghe ed atelier. Spiace però poter solo immaginare il clima di ricostruzione e libera espressione che doveva esserci solo pochi decenni fa.

moka

Annunci

Informazioni su madamearquebuse

https://madamearquebuse.wordpress.com/about/
Questa voce è stata pubblicata in (di)vagando e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a La nuova vita di Bussana Vecchia

  1. Pingback: Un viaggio nel tempo a Bussana Vecchia (IM) | Pensieri distratti di una viaggiatrice

  2. artgamila ha detto:

    bel post! e soprattutto bella Bussana! io ho scritto un post su Bussana Vecchia, se ti va dai un’occhiata 🙂
    http://alicelavaipanni.wordpress.com/2011/03/04/un-viaggio-nel-tempo-a-bussana-vecchia-im/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...