Però, però… (un ricordo di) Perogatt

La notizia della scomparsa di Carlo Peroni, in arte Perogatt, ha riportato alla mia memoria i numerosi divertenti pomeriggi trascorsi, negli anni ’90, in compagnia dei suoi irresistibili personaggi: all’epoca ero un’assidua lettrice de Il Giornalino, rivista per ragazzi in quegli anni notevole per la qualità e la varietà dei fumetti proposti e per le schede d’approfondimento riguardo svariati argomenti, che, ordinate nell’apposito raccoglitore, costituivano una risorsa imprescindibile per le famigerate “ricerche” che si facevano alle elementari e medie. Pur “divorando” il settimanale dalla prima all’ultima pagin, i miei personaggi preferiti erano sempre l’Ispettore Perogatt, con la sua matita fumante perennemente accesa, l’intercalare “però, però… Perogatt” ed il fido gatto (che si chiamava… Gatto), i demenziali e surreali Ugo (uno strano animaletto che appariva simpaticamente nei punti più impensati delle vignette) e Slurp, uno strano essere verde con una lingua lunghissima, e Nostradamus Junior, discendente un po’ imbranato del celebre veggente, che compariva soprattutto nei calendari per l’anno nuovo.  Queste storie mi divertivano così tanto che ho conservato numerose copie della rivista, per non dimenticare gli attimi piacevoli trascorsi in compagnia dei personaggi di Carlo Peroni.

Peroni fu anche il creatore di Calimero, durante la sua collaborazione con lo studio dei Pagot, di  Nerofumo, Gianconiglio, Paciocco e molti altri personaggi dei fumetti e non solo. Dal suo sito emerge tutta la simpatia del fumettista, oltre alla disponibilità nei confronti di fans e ammiratori. Sarà dfficile per me e tutti coloro che sono cresciuti con le “peroinvenzioni” dimenticare l’ironia surreale di Perogatt, gli attimi divertenti, che, anche se a volte restano sepolti sul fondo della memoria per poi riemergere inaspettatamente, ci ha fatto vivere con i suoi personaggi.

 

Annunci

Informazioni su madamearquebuse

https://madamearquebuse.wordpress.com/about/
Questa voce è stata pubblicata in (di)vagando, c'est moi e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...