Un saluto ad Ivan Della Mea (giugno 2009)

Mi ricordo una casa in montagna sperduta in mezzo al nulla, senza telefono, senza tv. Io, un ragazzo di cui ero innamorata (senza speranza, tanto per cambiare),e le canzoni di Ivan Della Mea.

Non lo conoscevo, ma quella voce e quei testi mi colpirono profondamente. Era Ringhera, con canzoni indimenticabili e indimenticabili personaggi come Teresa tu sei bella, El me gatt, La canzon del Navilii, Con la lettera del prete… e,ovviamente la stessa Ringhera, in cui si rievoca anche la strage di Piazza della Loggia a Brescia. Da quel giorno ho cominciato ad interessarmene, ed ho letto anche un suo divertentissimo libro, Se nasco un’altra volta ci rinuncio, raccolta di aforismi, battute e storielle agrodolci. L’anno scorso, a maggio, ho avuto la fortuna di assistere ad un suo bellissimo concerto allo Spazio Mil di Sesto San Giovanni, insieme a Paolo Ciarchi ed agli Stormy Six, in cui si rievocavano i canti di protesta del ’68: O cara moglie, La Ballata per l’Ardizzone

Ci mancherai, caro Ivan, soprattutto in tempi senza poesia e autocritica come questi.

 
 
 
Annunci

Informazioni su madamearquebuse

https://madamearquebuse.wordpress.com/about/
Questa voce è stata pubblicata in colonna sonora e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...